domenica 3 agosto 2008

E' andata ma è stata dura


E’ stata dura ma in qualche modo ce l’ho fatta, il mio primo tentativo di correre in montagna è andato, più che correre ho camminato, veloce, ma camminato. I freddi dati sono questi: Alagna, Località Wold, il parcheggio, per intenderci e per chi conosce la zona, su fino a quota 2260m verso la mulattiera del Turlo - 1000m di dislivello e 7400m di lunghezza col drammatico tempo di 1h28’36” che secondo me poi tanto male non è visto che è la prima volta che mi cimento in cotanto sforzo, e che è solo due mesi e mezzo che corro in piano e che sono solo sei anni che faccio con una certa frequenza escursioni un po' impegantive. Sono partito tranquillo, non volevo scoppiare subito, i primi 2km e mezzo sono su asfalto, poi incomincia il sentiero il quale dopo altri 2km circa diventa una bella mulattiera. Come dicevo ho corso poco, solo dove riuscivo, dove c’era un pò di piano. Il passo era molto veloce, molto di più di quello che faccio normalmente nelle escursioni quando vado da solo. Era duro iniziare, anche accennare un po di corsa, ma lo sapevo, essendo la prima volta è andata molto bene così. Inoltre, scarpe nuove, zaino nuovo; dovevo rodare tutto, io e loro. Ho constatato che in alcuni tratti piuttosto duri, come d’altronde avevo letto anche in qualche sito, andavo di più camminando veloce piuttosto che correndo, perché quando non hai l’allenamento adeguato non riesci a tenere la stessa velocità e vai meglio a camminare piuttosto che correre soprattutto quando la salita si fa ripida. Fin qui la parte della salita, a scendere, dopo che mi sono lasciato coccolare dal sole per 1 ora circa mentre mangiavo i miei pistacchi e bevevo un gel energetico l’ho fatta tutta di corsa (naturalmente lenta) adeguata alle mie capacità fino a meta discesa della strada asfaltata, poi mi sono arreso e anche il gps da polso faceva il matto, non riusciva a stare connesso col satellite, probabilmente era stanco anche lui. Fin li avevo fatto 6km in 1 ora circa. Poi 2 ore di macchina ed eccomi a casa stanco ma soddisfatto e contento della giornata, dopo tutto, quello che conta è passare una bella giornata tra le montagne che amo. E vai.

3 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Ciao Daniele, hai attaccato la bandiera dell'inter in quota ?
Comunque un percorso troppo "complicato" per capire il rendimento della "corsa".
L'importante è che sei stato a contatto con la natura e che ti sei divertito.

Daniele Uboldi ha detto...

Hai ragione Gian Carlo, sai che alla fine non ho capito molto bene anch'io, soprattutto quello che ho scritto, mi sono un attimo incasinato, devo migliorare anche a postare nel mio blog, ma piano piano ci arrivo...

Carla ha detto...

Good for people to know.