giovedì 14 agosto 2008

Tutto nuovo per me

Oggi pomeriggio mi sono prefissato di variare il mio passo dopo 3 mesi nei quali mi sono limitato a sondare i miei limiti sia di polmoni che di gambe all’inizio di questa avventura. Ebbene oggi ho voluto capire un po di più facendo variazioni di ritmo alternando 500mt ad una andatura fino ad ora per me nuova (chiamiamolo un medio) con 500mt di passo abituale (chiamiamolo un lento). Ho coperto 5km in 26’12” con questi parziali: (L)2’37” – (M)2’19” – (L)2’44” – (M)2’25” – (L)2’52” – (M)2’34” – (L)2’44” – (M)2’47” – (L)2’40” – (M)2’29”. Ho concluso poi con 2km di lento per un totale di 7km. Il risultato è stato quello di capire che solo nei primi 2 medi sono riuscito nell’intento di tenere il passo programmato (soprattutto nel primo) per poi riprendermi un attimo nell’ultimo passaggio, naturalmente anche i lenti ne hanno risentito. In questo caso mi sono trovato a gestire una situazione nuova, quella di capire quanto potessi dare e per quanto. Domani ferragosto riposo, poi sabato mattina ci dovrebbe essere una buona temperatura visto i temporali annunciati per le prossime ore. Il programma è quello di fare un po di km, vorrei correre per la prima volta 15km, sarebbe il mio record.

4 commenti:

Furio ha detto...

Dai Daniele, se hai corso 12 km senza intoppi, ne puoi correre anche 15; tieni presente che come distanza inizia ad essere un lunghissimo(per te ora), dunque parti magari un po' più piano per non rischiare spiacevoli sensazioni sul finire.
Dopo un ora entrano in circolo pure le endorfine "buone"...per cui goditi la corsa a pieni polmoni ;)

Daniele ha detto...

Grazie Furio per l'incoraggiamneto, fa sempre piacere sentire dei pareri da uno più esperto di te.

Alvin ha detto...

Quoto furio in tutto e per tutto, parti leggermente più accorto poi quando arrivi ai 12 dai tutto in progressione fino alla fine...bello correre con il GPS vero?

Daniele ha detto...

Grazie anche a te Alvin per il consiglio. Certo è bello correre col gps, può dare conferme alle tue sensazioni ed è un po come un diario numerato di quello che fai.