giovedì 18 settembre 2008

Riposando e pensando

Dai primi di maggio quando insieme ad un mio amico ho affrontato una delle tabelle tanto conosciute a chi si avvicina alla corsa per vari e diversi motivi: dimagrire, tenersi in forma, allenarsi per altri fini sportivi ecc ecc. Una di quelle tabelle che incomincia recitando 1 minuto di corsa e 1 minuto di cammino per dieci volte, via via aumentando sempre più i minuti di corsa per portarti a correre alla fine 1 ora di seguito. Ebbene da quel periodo, poco più di quattro mesi, è la seconda volta che mi vedo costretto ai box per una sosta, la prima fu ad inizio agosto, dopo che mi massacrai i quadricipiti correndo 6 km tutti in discesa su un sentiero angusto in quel di Alagna Valsesia. Ora i 26 km di domenica mi hanno regalato un fastidio al polpaccio destro, accentuato poi dai 12 km di martedì, i quali, insieme ai consigli dei miei amici blogtrotters mi hanno convinto a rispettare qualche giorno di time out. Penso e spero di riprendere sabato e domenica, piano piano il dolore si sta allontanando. Comunque mi sto accorgendo quanto sia bello condividere i miei miglioramenti con voi (da quel minuto di corsa e minuto di cammino di quattro mesi or sono alle 2 ore e 15 minuti e i 26 km di oggi, anche se in realtà il blog l’ho inaugurato il primo di agosto) e quanto sia bello leggervi gioendo dei vostri risultati o dei miglioramenti delle vostre prestazioni, cercando di imparare il più possibile dai “runners” più navigati, plasmando il tutto con la mia personalità e le mie idee. Per questo voglio ringraziarvi tutti, per quanto siete stati disposti ad elargirmi, siano questi: consigli, incitamenti o qualche giusta ramanzina alla mia fretta da principiante e per la simpatia con la quale mi avete accolto in questo mondo di blogger podistici.

9 commenti:

Furio ha detto...

Caro Dani, il mondo della corsa è così, una pacca sul culo e un incoraggiamento; la solidarietà la trovi dalla più "insignificante tapasciata" domenicale, alla più blasonata gara ufficiale.
Siamo tutti nella stessa barca, tutti amatori, si corre per divertirsi e si cerca di consigliare a fin di bene, ovviamente sbagliando o azzeccando consigli ;-)

GIAN CARLO ha detto...

Dopo la gaffe di Parma, provo a recuperare credibilità: quando sabato o(meglio) domenica ricominci avrai le gambe leggere e tanta voglia di strafare. Fai solo 10km a 5.45, torna a casa e doccia tranquillo e riposato. Poi lunedì riposa, valuta la situazione e semmai da martedì lentamente torna a mordere un pochino.

Giulyrun ha detto...

Calma e pazienza anche se come tutti i runner : diamo buoni consigli quando non possiamo dare il cattivo esempio. Tutti riposerebbero poi invece li trovi sempre fuori a correre e ti dicono: sono statofermo 36 ore e mi sarà passato!.

R. Davide ha detto...

grandi, è un bellissimo spirito!

albertozan ha detto...

calma e gesso Dani questa è la ricetta..allenamento-il giusto riposo-allenamento...vedrai che sabato sarà tutto ok!!!...con simpatia...

Gianluca Rigon ha detto...

Ciao Dani, bel post non c'è che dire ! Cerca di riposarti anche se come dice Giulyrun, siamo tutti uguali....non siamo capaci di star fermi nemmeno se stiamo male e dopo giù a lamentarci del dolorino che è ritornato.....
Cerca di ascoltare i consigli dei più esperti (quindi non me) !

Ciao !

Mic ha detto...

Tranquillo, è abbastanza normale andare incontro ad infortuni ed acciacchi vari nei primi periodi, perchè spesso si è portati ad esagerare quando mancano ancora i necessari adattamenti fisici. Un piccolo suggerimento: per un chi ha iniziato da poco è abbastanza semplice aumentare la durata, mentre richiede + impegno aumentare i ritmi, ..ma è anche + redditizio! Forse oltre a fare allenamenti molto lunghi potresti pensare a velocizzarti. CIAO

Bacchini Fabio ha detto...

Ciao Dani,
riposati e riprendi a correre in maniera graduale. Cerca di non avere fretta e, inizia a cercarti delle gare...vedrai che togli tante di quelle soddisfazioni...che non ti immagini neanche.

Danirunner ha detto...

Grazie a tutti per i consigli.