domenica 19 ottobre 2008

Direi bene, ora aspetto domani con curiosità

Oggi volevo provare le nuove scarpe ma giustamente alcuni vostri consigli mi hanno messo sulla via dei saggi, inoltre per concludere la settimana l’uscita odierna prevedeva ritmi non proprio lenti e così ho dirottato a domani l’esordio delle Mizuno e i rimanenti 2 giorni di lenti in previsione del tentativo del lunghissimo (30 o 32 km) in programma domenica prossima. Inforcate le Vomero2+ che oggi hanno visto scorrere sotto la loro suola il 500esimo kilometro (516km) alle 9 uscivo da casa accolto da una bella temperatura di 10gradi e da un sole rilassante. Non avevo ancora ben in testa cosa avrei fatto e quanti km avrei coperto ma solo a grandi linee sapevo le mie intenzioni. Le sensazioni sono state subito buone e da subito ho elaborato durante i primi 3 km di messa a punto come si sarebbe svolto il lavoro di oggi. Alla fine ho corso 18 km che poi sono quelli che in un certo senso avrei dovuto fare domenica scorsa anche se sono stati 17 quelli portati a termine con ritmi come da programma, il 18esimo l’ho corso al di sotto delle mie possibilità di quel momento perché volevo assaporarmi il tepore del sole delle 11 di mattina e visto che stavo avvicinandomi a casa. Buone sensazioni anche alla fine, molto di più di 1 settimana fa quando ho corso i 21 e 100m. Infatti a casa, una volta letto il Garmin ho visto che se avessi continuato e magari aumentato il ritmo visto che lo sentivo possibile ma anche a chiudere gli ultimi 3 km a 5’ avrei migliorato già oggi il tempo fatto 7 giorni orsono di almeno 2 minuti e mezzo. La lettura tecnica dell’allenamento potrei presentatala così: una via di mezzo tra ripetute, fartlek e progessivi, quello che per me è importante è la continuità di intensità tra un lavoro e quello successivo. E se fosse scaturita una bella CLS!

Ps. Voglio farvi una domanda che non c’entra nulla con il post attuale ma con quello precedente. Potrebbe essere controproducente per una persona leggera come me 58/59kg una scarpa troppo ammortizzante? (detto in parole povere, rimbalzare troppo; a scapito di tendini, polpacci e altri componenti delle nostre gambe) magari andando incontro ad infortuni. Ho letto qualcosa del genere da qualche parte ma non ricordo più dove! Grazie.

1km - 5:00
2km - 5:01
3km - 4:54 – 4:58/km

1km - 4:11
2km - 5:00
3km - 4:26 – 4:32/km

1km - 5:02
2km - 4:49
3km - 4:55
4km - 4:54
5km - 4:39 – 4:52/km

1km - 5:01
2km - 4:45
3km - 4:37 – 4:47/km

1km - 4:56
2km - 4:49
3km - 4:45 – 4:50/km

1km - 5:09

15 km – 1h12:08
18 km – 1h26:51

18 commenti:

Francarun ha detto...

hai fatto un bell'allenamento anche se potevi fare meglio. Ma hai fatto bene a goderti il solicino e poi non sei andato male !

Per quanto riguarda le scarpe io dico che più sono ammortizzate e meglio è per fare i lunghi percorsi, non puoi correre con una scarpa troppo leggera e poco ammortizzata, secondo me rischi di più con una scarpa leggera che con una ammortizzata, questo è il mio parere !

R. Davide ha detto...

Concordo con Francarun ciao

Bacchini Fabio ha detto...

Era una settimana che non leggevo il tuo blog (il lavoro mi ha assolutamente assorbito ogni energia)... ma come sempre, non finisci mai di stupire...Complimenti, complimenti e complimenti...io certi tempi me li sogno.
Sei un grande.

GIAN CARLO ha detto...

In qualche modo ti avevo già risposto nel post precedente. Non ti servono scarpe troppo ammortizzate specie se corri su asfalto

Alvin ha detto...

A parte il fatto che se vai avanti così già l'anno prossimo mi sfrecci via davanti, vedendo i tuoi in allenamento, bisognerebbe un pò bacchettarti...sei il mago della sregolatezza..non riesci proprio a tenere un filo più regolare???
Per quanto riguarda l'ammortizzazione, è molto personale, c'è chi con scarpe troppo ammortizzate A4 ha avuto problemi di tendini (tendine d'Achille) ma penso che da un persona all'altra anche a parità di kg le cose cambiano...visto il tuo peso una buona A3 è quello che ti vuole, per una di categoria A2 dovresti avere un appoggio perfetto,e una meccanica di corsa impeccabile...ho letto da qualche parte che Baldini per gli allenamenti tranquilli usa scarpe da 340g...un A3 ben ammortizzata!

Danirunner ha detto...

@Fabio, eh eh eh ho letto sul tuo blog i problemi con il lavoro, dai forza pensa a New York

@giancarlo, si lo so Gianca, devo solo mettere insime tutti gli imput che ricevo, sai sono lungo ad eleborare i dati!

@alvin, in un certo senso è quello che volevo dire e che ho letto sul problema al tendine d'Achille e ho letto anche di Baldini. Come dico a Giancarlo, riordino i consigli e le notizie per avere sempre più informazioni.
Beh oggi era voluto una certa incostanza nei tempi, se hai letto l'ho fatto di proposito, fartlek, progressivi, allunghi, non ti dice nulla...

Anonimo ha detto...

baldini usa le nimbus, 400g di mattone duro e pesante! è molto soggettivo, io con scarpe molto soffici, tipo vomero, mi trovo benissimo e con scarpe più dure malissimo. AMMORTIZZAZIONE non è la stessa cosa di RIMBALZO (reattività), che è la velocità di ritorno dell'energia accumulata nell'appoggio e che in genere è proporzionale alla durezza dell'intersuola. le vomero ammortizzano molto, sembra di correre sull'ovatta, poi rimbalzano poco e lentamente, sono scarpe "lente", quelle reattive sono più "veloci". sto usando una scarpa ovattata (nike alaris) da 7 mesi e non ho avuto nessun dolore. faccio le ripetute con le nike pegasus tc (a2, 310g l'11). luciano er califfo.

Danirunner ha detto...

Ottime notizie Luciano, comincio a capire di più ora, ma scusa, se le Pegasus pesano 310kg non dovrebbero essere ancora delle A3?

Micio1970 ha detto...

Il tuo post fa riflettere molto ... ci sono molti Saviano in questa Italia ... e questo è un bene ed un male ...

Micio1970 ha detto...

Sul peso un ottimo articolo è questo
http://www.albanesi.it/Arearossa/Articoli/191pesoscarpa87.htm

che mi ha guidato a scegliere il peso. Quanto ad elasticità e "secchezza" della scarpa dipende dalla marca e devi andare ad esperienza! almeno IMHO

Massimo ha detto...

io sono un paio d' anni che per allenamento uso le nike pegasus A3,340 Gr,le uso per tutto montagna,asfalto,sterrato,variazioni,ecc.
Sono 1,70 x 53 kg.
Per adesso mi sono trovato bene,non ho problemi di sovraccarico.

albertozan ha detto...

Sempre meglio Dani anche se ancora non riesci a controllare i cavalli del motore ;-)

Danirunner ha detto...

@micio1970, grazie e interessante l'articolo di Albanesi, l'indirizzo della pagina comunque è out, ho dovuto cercare quella attuale.

@albertozan, scusa Alberto ma come ho già detto ad Alvin oggi era voluto il continuo cambio di ritmo, se vedi le 3 uscite settimanali sono stato regolare come un orologio svizzero!

Danirunner ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

dani, la pegasusTC è la madre delle più attuali skylon, sono a2 e le riviste portano 280g. io calzo 11 (o 44) e co' sto piedone il peso sale a 310. le riviste riportano il peso relativo a misure inferiori alla mia. ad esempio le alaris riportano 340 mentre le mie pesano 370. er califfo.

GIAN CARLO ha detto...

Ho visto la partita a casa di un romanista....gioia tripla...anzi quadrupla.

Lucky73 ha detto...

Consigli sulle scarpe è quasi impossibile darli, il mio omonimo calza (eh) cmq le mie idee.
Ti posso però dire la mia esperienza. Peso 68 kg x 178 cm di altezza. Ho corso fino ad ora sia allenamenti che gare con delle A3 piuttosto pesanti (Cumulus IX). Ora sono passato a scarpe più pesanti (secondo me ti preservano tendini e infortuni vari) e corro gli allenamento con le Nimbus IX (ci farò anche la maratona), mentre le gare più veloci (dalla mezza in giù) le farò con delle A2 che dovrei finalmente comperare domani ( 99% le Skylon 11 della Nike).

Marco ha detto...

Ciao Danirunner!
Intanto anch'io ti ho aggiunto tra i miei link e ti facci i complimenti per il blog.

Per il discorso delle scarpe mi trovi fresco reduce da una brutta esperienza con le Vomero 3 prese quest'estate. Per il mio corpo (80 kg, 1.85m) e il mio stile di corsa la troppa ammortizzazione mi ha provocato l'infiammazione di una dei tendini d'Achille. La prova l'ho avuta anche durante il fermo di un mese e 10 giorni che ho fatto quando ho provato a calzare le suddette scarpe al lavoro per due giornate consecutive. Risultato: tendini (entrambi) sofferenti!
Ho letto su qualche post americano che e' un problema capitato anche ad altri.

Cosi' sono tornato alle Pegasus che non mi hanno dato mai problemi di questo tipo....

Ciao!
Marco