venerdì 14 novembre 2008

Quel che mi aspettavo

Che dire, la diagnosi è quella che mi aspettavo: pubalgia. Anche il primo approccio alla situazione è quello che mi configuravo: riposo e antinfiammatori x 10 giorni, dopo di che il mio medico mi aspetta per informarlo sugli sviluppi ed eventualmente impostare una nuova strategia. Così mi sembra di leggere e vivere le stesse situazioni che in questi giorni ho raccolto in varie pagine di internet, dove persone di ogni età e sport praticato hanno avuto questo tipo di problema e non sto qui a raccontarvi come si sono concluse le varie esperienze: ora a lieto fine, ora trasformatisi in calvari sportivi. Io di mio in questi giorni farò sicuramente dello stretching, certo riposerò, ma non rimarrò del tutto passivo. Una cosa è certa, ed è quella che una volta concluso questo stop forzato, il mio approccio cambierà: ho già in mente come impostare il mio futuro, basta, troppi fai da te. Capire quali siano le scarpe giuste per il mio tipo di corsa e appoggio, ho già individuato un negozio/tecnico a Milano, chi mi dice che la pubalgia non mi sia venuta anche perché continuo a correre con scarpe non mie! Io ho un ipotesi di come sono fatti i miei piedi, ma non sono un esperto e non ne ho la certezza. Corro sempre da solo (e questo non è che mi dispiaccia!), non faccio parte di nessuna società e non ho mai avuto confronti e raffronti con altri e consigli su come correre e gestirmi. In questi 6 mesi probabilmente ho raggiunto quantità e qualità che altri impiegano il doppio o il triplo del tempo da me impiegato, questo può essere stato un pregio ma anche un difetto nella mia avventura podistica. Concludo riflettendo che un fisioterapista oltre a risolvere il problema (sperando naturalmente che si risolva prima) potrebbe essermi utile anche per altri aspetti che fanno parte di questa passione che è la corsa. Ciao a tutti e a presto, spero con buone notizie.

19 commenti:

Furio ha detto...

Dani vedrai che si risolverà tutto; dalle esperienze negative si impara sempre molto, servono anche quelle.
Io te l'ho sempre detto, ho avuto un approccio simile al tuo, si migliora tanto da subito fin che il corpo regge, poi si paga tutto con gli interessi; impererai anche tu, come tutti, me compreso, ad andare per gradi.
Ora non disperare, il riposo ti darà nuove energie; starai fermo 10 giorni?
In 10 giorni di corsa tornerai come prima ;-)
Ciao

Diego ha detto...

Ciao Dani,
Sono già capitati anche a me contrattempi; riposo e tanta ginnastica !
(io sono contrario riguardo gli
antiinfiammatori).
Buona guarigione.

R. Davide ha detto...

Anche io meno medicine prendo e meglio è..ma a volte bisogna fidarsi e sentie gli esperti, son sicuro che la soluzione che prendi sia quella giusta..tanta pazienza e niente fretta..peccato è proprio uno sfortuna questo stop..ma abbi tenacia.ciao

Micio1970 ha detto...

Anche io penso che gli antiinfiammatori non siano molto utili salvo casi particolarmente dolorosi. Bisogna dare al corpo il tempo di reagire e alla mente quello di metabolizzare l'infortunio. Visto la rapidità con cui ti sei fermato ed hai agito vedrai ti passerà presto e tornerai ancora più consapevole alla corsa!

GIAN CARLO ha detto...

Un po' sicuramente dipende dal fatto che 6 cresciuto troppo in fretta, ma passerà !

franchino ha detto...

In bocca al lupo Dani. Non per spaventerti ma la pubalgia è una brutta bestia se non presa in tempo. Riposati e magari affidati ad un medico sportivo. Tornerai come nuovo!

Ciao!

Lucky73 ha detto...

Mi spiace, ma vedrai che ripartirai alla grande!

Lo scorso anno dopo circa 5 mesi che correvo ho voluto seguire un gruppo più forte di me e mi ha portato "un pò" a strafare, in più avevo delle scarpe sbagliate per il mio peso di allora (Asics Stratus) pur essendo state consigliate da gente molto esperta (che però in quel frangente ha sbagliato, ma capita, continuo a prenderle da loro senza problemi). A me è venuta una bella periostite tibiale e ricordo che a 3/4 dell'allenamento o alla fine piangevo dal male....ricordo addirittura a gen di quest'anno che per fare 800 mt per raggiungere lo spogliatoio ci ho messo mezz'ora sorretto a braccia da due amici.

Ghiaccio, antinfiammatori e un pò di riposo (un pò tantino perchè ho perso più di 3 settimane, ma proprio in concomitanza con una bronchite) mi hanno rimesso in sesto e ora (incrociamo le dita) non sto soffrendo più di niente.

Ho cambiato le scarpe, cerco di non esagerare (anche se è difficile) e quasi tutte le sere metto il ghiaccio dove magari, sento, sta iniziando qualcosa....

è un pò che te lo consiglio, ma lo rifaccio: cerca di iscriverti ad una società, ti permette di confrontarti su tutto nella realtà reale, trovati un buon negozio (io vado da Koala Sport) e vedrai che i risultati che hai raggiunto sono niente in confronto a quelli che raggiungerai ....nel frattempo riposati, ma resta allenato (penso che la piscina puoi farla senza problemi, al limite ti blocchi i piedi con la tavoletta)

Ciao!

Dante ha detto...

A me verrebbe di consigliarti oltre che il riposo anche una visita da un osteopata che puo' verificare la postura personalmente ho risolto un grande problema d'infiammazione al piriforme sia con una serie di massaggi posturali che con un buon paio di scarpe adatte al mio appoggio. Pazienza e stretching s mi gioco la pensione (tanto chi me la darà mai) che in una settimana sei in ordine inoltre verificherai con mano che l'allenamento non sparisce poi così in fretta come credi...tieni duro nessuna pubalgia ti puo' fermare. Ciao

uscuru ha detto...

dovrai fare fisioterapia???
prova a sentire un altra "campana",
tipo un medico sportivo, non e' detto sia una vera pubalgia...
dico sul serio, riski di fermarti x tro ppo tempo.
buona guarigione!!!

Paolo ha detto...

Anch'io sono fermo, per un problema al ginocchio, forse dovuto al sovraccarico degli allenamenti da giugno a questa parte. Se cerco su internet, mi faccio mille autodiagnosi, il che è per certi versi sbagliato. Ad ogni modo, mi sto affidando ad un medico del settore molto in "gamba", che mi ha già fatto una diagnosi che rispecchia le mie sensazioni.
Ora attendo l'esito della radiografia e se occorre farò altri accertamenti più mirati, al fine di seguire una terapia volta alla guarigione tanto sperata.
Oggi è prevista una piccola corsa di 10km, ma con mooolta calma.
Anch'io corro solo, a volte mi piacerebbe tanto aggregarmi a qualche gruppo ma poi quando esco me la godo fino in fondo e allora rimando sempre alla volta successiva l'intenzione di iscrivermi a qualche gruppo podistico. Idem per la scelta delle scarpe: faccio sempre di testa mia, ma prima informandomi su riviste e siti specializzati.
Tutto questo per dirti che anch'io mi sono fatto diverse ipotesi su come sia arrivato ad avere questo acciacco, e in linea di massima penso sia un mix di tutto.
Un buon medico del settore, è più importante di mille ipotesi.
Auguri di pronta guarigione!

Francarun ha detto...

certo che la pubalgia non è semplice da risolvere in breve tempo, poi è una rogna...io non ho mai sofferto, sono più gli uomini a soffrirne, ma con i dovuti riguardi e ginnestiche varie ti rimetterai presto, tu non avere fretta i recuperi hanno bisogno di tempo !
in bocca al lupo Dani !

Marco ha detto...

Che scatole sti infortuni... uff...
Non posso che augurarti una pronta guarigione.

Anch'io sto pian piano uscendo da un'infiammazione al tendine di Achille con annesso stop di 5 settimane e tutto il resto e capisco la frustrazione e lo sconforto...

Dai che passera'!

OSSO ha detto...

Mi spiace Dani, ma abbi fiducia tutto si risolverà in breve vedrai.
In bocca al lupo.

guernaluigi ha detto...

Foza dany vedrai che ti passa l'importante è che non la trascuri e vedrai che il 2009 ti porterà notizie buone...se poi vieni a far la lake garda marathon finità la maratona ci beviamo sopra...io sono di malcesine dove arriva la maratona!

Danirunner ha detto...

Grazie a tutti per i consigli e gli incoraggiamenti.

Bacchini Fabio ha detto...

In questo momento ti faccio un grosso in bocca al lupo!!!

Rocha ha detto...

Un solo consiglio: non anticipare i tempi e dai ascolto al medico (cioè non fare come ho fatto io qualche mese fa). Mi dispiace veramente ma vedrai che tornerai più forte di prima !

stefano, of course/di corsa ha detto...

Caro Dani,
vengo a conoscenza Tua e del Tuo blog frequentando le pagine di Super Giancarlo.
Poi stamani vengo a curiosare dalle Tue parti e Ti trovo infortunato e quindi in forzata sosta. Quasi me ne sento responsabile!
Ti auguro una guarigione pronta e definitiva, ma sappi che dagli infortuni ho imparato moltissimo sul funzionamento del mio corpo e che son questi i momenti in cui la testa deve rimaner ben centrata così da evitare di fare nuovi errori.
Un abbraccio e un nuovo augurio per la Tua pubalgia,
stefanodifiglia.splinder.com

albertozan ha detto...

Quanto mi spiace Dani...e ora tanta, tanta pazienza..vedrai che tornerai più forte sotto ogni punto di vista...affidati a qualcuno che ne sa!! Un grande in bocca al lupo..Alby