domenica 5 aprile 2009

Oggi Fartlek!

Oggi Fartlek statunitense! con variazioni di ritmo programmate nella durata, ma a sensazione in quelli del passo! cioè Fartlek svedese! il tutto è "Made in Albanesi". Utile e tosto allenamento, almeno per me, e cmq divertente e molto bello da fare. Ho cercato dall’alto della mia inesperienza e cattiva gestione strategica di interpretarlo al meglio. In una mattinata ideale per correre ho cercato di contenere lo sforzo nel veloce e sostenere leggermente il ritmo nelle frazioni lente, non tanto perché fosse giusto così per il tipo di allenamento (credo che l’ideale per chi come me sta preparando le mezze maratone e a breve vorrebbe misurarsi in qualche test sui 5/10km), sia di velocizzare le parti veloci e minimizzare quelle lente, ma qui aspetto lumi dal Califfo! Il motivo è da ricondurre alle mie condizioni fisiche che mi consigliano a buon ragione di misurarmi e di non allungare troppo la falcata, e questa mi manca! oltre a cercare di non spingere al massimo sugli appoggi, anche se devo ammettere che ogni tanto e per qualche tratto (40/60m) l’istinto malvagio oggi ha avuto il sopravvento. Anche se poi andando ad analizzare i tempi e guardando la forbice tra i due passi medi ho qualche dubbio sulla bontà e la riuscita della mia intenzione iniziale. Inoltre essendo un Fartlek ho ritenuto che fosse giusto non fotocopiare i ritmi ma di modularli cercando diverse soluzioni a me più congeniali. Dopo 3,88 km di riscaldamento a 5'12"/km, inizio con il 15x1’+1’ – in quelli veloci ho realizzato una media di 4’16”/km andando da 3’50”/km a 4’28”/km, mentre in quelle lente mi sono assestato su un passo medio di 5’10” andando da 4’57”/km a 5’20”. Concludo poi l'allenamento di oggi con altri 3,04 km a 5'20"/km.. Andiamo avanti così e spero quanto prima di correre senza remore!!!

16 commenti:

Anonimo ha detto...

ancora un'ottima seduta! l'idea generica, banale ma sempre valida, è di affrontare tutto sempre con prudenza e progressività, sia nella quantità che nella velocità. quindi, nelle fasi iniziali di preparazione, meglio fare fartlek con una forbice di velocità limitata (es. tratti veloci a 4'25, rec. a 4'50), alternando praticamente tratti di corto veloce (alla soglia) con tratti di medio-lento. questa struttura va mantenuta anche più in là per preparare mezze e maratone. se invece in futuro si prepareranno gare brevi, la forbice si allargherà sempre di più, fino al limite massimo del recupero da fermo. esempi della stessa seduta:
- 4'15 rec. corsa lenta 5'15 (quello che hai fatto oggi)
- 4' rec. souplesse a 6'
- 3'50 rec. da fermo
luciano er califfo.

Anonimo ha detto...

altre 2 cosette:
- stai facendo 2 sedute di qualità abbastanza dure a settimana, fai attenzione!
- il fatto che il lento lo fai a 5'20-5'30 e poi hai facilità ad andare a 4 significa che hai caratteristiche anaerobiche, altro che ultramaratoneta!
er califfo.

bressdicorsa ha detto...

dani stai andando veramente forte,mizzega,ottimo fartlek...della muerte

Danirunner ha detto...

Grazie CALIFFO! hai ragione sulla forbice, nel prossimo mi impegnerò a rispettare le velocità di 4'25" e 4'50". Oggi era la prima volta che lo facevo con un certo criterio e si può dire che correvo alla cieca! conosco il mio ritmo al km ma nelle distanze brevi ci devo fare ancora l'occhio!!!

Nella settimana appena terminata ho fatto un medio e il fratlek oggi.
Nella prossima ho intenzione di fare 4 lenti, compreso un lunghetto di 18 km e domenica vorrei fare il progressivo. Il 19 aprile dovrei correre una non competitiva di 20 km e da quando ho ricominciato a correre non sono andato più in là di 16 km.

Ultramaratoneta no? maratoneta no? almeno la mezza! dammi questa speranza, sono le distanze che prediligo!!! ho iniziato a correre anche per questo!

Grazie BRESS!!! è forte il Fartlek della muerte!!! detto da te ha ancora più valore!!!

Diego ha detto...

Questo tipo di allenamento, ti darà un ottima spinta !
Molto bene, sia la parte veloce che quella di recupero !

Lucky73 ha detto...

correre senza remore??? E ora cosa stai facendo? Sei lanciatissimo e se non senti dolori significa che sei davvero sulla strada giusta!

Stai attendo però a non fare troppa qualità è proprio quella che rischia di spaccarti ...ascolta il Califfo!

Stai prendendo anche dei ritmi davvero ottimi!!!!!

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Quindi i dolori che hai accusato negli ultimi allenamenti non ci sono più! E' quello che speravo per te.

Danirunner ha detto...

Il dolorino c'è ALBERTO! ma lo tengo sotto controllo con tanto stretching quotidiano, spero sia sufficiente e col tempo diminuisca per poi sparire, ma la publagia è così! oggi punge domani no!!! un mattino ti svegli e non senti nulla, poi ritorna...

the yogi ha detto...

dani, oramai sei praticamente un riferimento :) cmq 'il dolorino' lo sentiamo in molti (purtroppo i tendini non tornano nuovi), basta prenderci le misure, come fai tu....

GIAN CARLO ha detto...

Si occhio ai range(alle forbici) e non forzare ancora troppo i tempi se fai 2 sedute intense a settimana.
Forza Inter !

francesco ha detto...

Stai andando bene, attento a non strafare

Francarun ha detto...

Questo fartlek l'ho provato anch'io e l'ho letto nel libro di albanesi, Correre per vivere meglio ! è efficace davvero e pure divertente...vedo che ora ti sei messo con allenamenti mirati ! bene così migliorerai sicuro !

Diego ha detto...

Belle foto !!!

P.s. ma la scritta è ancora lì.....

Danirunner ha detto...

Ma quale scrittaaaa Diego???!!!

Welcome to Funny Video Today ha detto...

free all online
http://www.freeonline.ws/

Welcome to Funny Video Today ha detto...

free all online
http://www.freeonline.ws/